Pausa pranzo (e non solo)

Ore 13,00. Di nuovo la fatidica domanda: dove si mangia oggi? E di nuovo la solita risposta che può spaziare da una delle tante tavole calde con il buffet dietro la vetrina lungo il quale fare la fila scorrendo con il vassoio, ad una delle solite pizzerie dalla pizza ricoperta da una mozzarella che più che ad aumentare il gusto serve solo ad aumentare il peso (ed il prezzo) del prodotto, o ad uno dei tanti bar che popolano la zona che offrono quei panini dal pane gommoso e ripieni di UFO (Unidentified Food Object)!

La pausa dal lavoro dedicata a quello che dovrebbe essere il pasto principale della giornata, il pranzo, si è ormai ridotta per tantissimi lavoratori in una sosta per consumare del junk food o, se si è più fortunati, del cibo decente ma in posti spesso di uno squallore unico.

E la zona dove lavoro io non è da meno: pur vantando un’alta concentrazione di locali, la qualità dell’offerta lascia a desiderare, se si tralascia la fornitissima gastronomia Terralba (che però non ha posti a sedere). E così – specie per i foodies come me – diventa veramente difficile cercare di rifocillarsi giornalmente in modo da soddisfare le loro esigenze di golosi curiosi globali.

Fortunatamente da circa un paio di mesi è comparso in quel di via Baldovinetti, strada adiacente la palazzina sede della società per cui lavoro, un locale scintillante, dall’arredo ‘trendy’ ma che fortunatamente cerca di fare un’offerta gastronomica più ‘divertente’ e sicuramente diversa dalle altre presenti in zona.

Alcune immagini del Food&Drink MIRAGE

Dalla piccola carta, incentrata principalmente sui piatti freddi, si può scegliere tra affettati di pesce (salmone, tonno, spada, polpo) e di carne (roastbeef, ecc), salumi selezionati (salame e lonza di Sorano, speck artigianale), formaggi (pecorino Crete Senesi, Asiago DOP, mozzarella e ricotta di bufala artigianali, burratine di Andria) da affiancare a misticanza o altre verdure.

Gustose anche le insalate, dai nomi fantasiosi (dalla Tramonto di Lipari, con finocchi, arance, olive, origano fresco, capperi e alici, alla Trevigiana con radicchio, Asiago, noci, pollo e insalata).

I panini poi si possono comporre a piacimento, scegliendo sia il tipo di pane che la farcitura (salume, formaggio, verdura, sottoli e sottaceti) oppure affidarsi a ‘modelli’ preconfigurati (Tommy, con prosciutto crudo, brie e melanzane; Emy, con ‘Nduja, certosa e pomodori secchi; ecc): vengono ordinati, comodamente seduti al tavolo, da un foglietto con la lista degli ingredienti e serviti caldi e impiattati.

Da qualche giorno in preparazione anche primi piatti espressi come i triangolini speck e formaggio e le tagliatelle ai funghi porcini, sicuramente più confortanti con l’arrivo dei primi freddi.

Da bere si può scegliere tra qualche etichetta di vini rossi, bianchi, bollicine alla mescita oppure una semplice Menabrea, centrifugati di frutta e verdura, cocktails e altre bevande alcoliche e analcoliche.

Food&Drink MIRAGE
via A. Baldovinetti, 98
00142 Roma
tel 06/5033167

Maurizio La Rocca
foto iPhone M. La Rocca

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...